Il futuro delle Pussy Riot (ancora in carcere)

Le Pussy Riot (in cella da mesi per un concerto non autorizzato nella Chiesa moscovita del Cristo Salvatore) sono il capro espiatorio della crisi del regime putiniano.
L’analisi Natalia Antonova sulGuardian:

http://www.guardian.co.uk/commentisfree/2012/jun/07/pussy-riot-russia-punk-prayer-service

Ad maiora

20120607-154438.jpg

0 comments

  1. Sono allibita. Queste ragazze sono diventate l’icona di una posizione anti-Putin non violenta che non posso non condividere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *