La libertà e il Papa, i lupi e gli agnelli

Il Papa stamattina nell’omelia ha detto: “I vescovi sono uomini inquieti, agnelli tra i lupi, ai quali indicano la strada verso la fede”.
Mi ha fatto venire in mente un proverbio russo: “Chi ha paura del lupo si perde nella foresta”.
Che a sua volta mi ha fatto venire in mente una frase di Tony Blair: “Talvolta è meglio fare la cosa giusta e perdere piuttosto che vincere facendo la cosa sbagliata”.
Che mi ha richiamato il grande Ignazio Silone:
“La libertà è
la possibilità di dubitare,
è la possibilità di sbagliare
è la possibilità di cercare,
è la possibilità di sperimentare
di dire no
ad una qualsiasi autorità
artistica e filosofica, religiosa,
sociale e anche politica”.

Ad maiora

20130106-110400.jpg

0 comments

  1. Quando penso a uomini di cultura vera come Silone, provo un benefico senso di umana umanità molto distante dalla religione. In qualche modo trovo il lupo familiare. Così come frate Francesco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *