#PussyRiot, due anni dopo

A un anno dal concerto punk costato due anni di carcere, due ragazze hanno cercato di manifestare davanti alla Cattedrale moscovita di Cristo Salvatore.
Le due attiviste, docenti all’Università di Mosca, sono state arrestate e rilasciate dopo un breve interrogatorio.
Anche a Washington si è protestato.
A Mosca, il tanto vituperato concerto in chiesa, muove dibattito (e polemiche) sui rapporti tra autorità ecclesiastiche e potere politico.
Lo Spiegel intanto racconta le manipolazioni nel processo contro le Pussy Riot.
Ad maiora

20130221-184035.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *