A Carugate corsi per produrre e mangiare biologico

BIOCrescono, malgrado la crisi (o forse la sensibilità è cresciuta proprio per le ristrettezze) le vendite di prodotti biologici.

E aumentano le famiglie che coltivano il proprio orto, sul balcone se non hanno uno spazio verde.

Nasce da questi dati l’idea di organizzare, a Carugate (in provincia di Milano) una serie di corsi e laboratori per diffondere e apprezzare la cultura del mangiare, bere e vivere “bio”. Cuochi, agronomi, sommelier e educatori presenteranno, dal 3 aprile al 4 maggio, le ultime novità per preparare in ricette biologiche, alla ricerca di sapori e abbinamenti creativi. Senza dimenticare l’orto e l’educazione per i più piccoli.

Sono 4 i corsi e i laboratori che si terranno all’Euroverdebio di Carugate (via Guido Rossa, 9):

Orto e giardino è il corso che in quattro appuntamenti (tutti i sabati dal 6 aprile al 4 maggio dalle 11 alle 12) fornirà tutte le indicazioni per creare un orto in casa per le esigenze alimentari di tutta la famiglia.

Cucina naturale, si terrà tutti i mercoledì dal 3 al 24 aprile dalle 10.30 alle 13.30: cuochi professionisti specializzati presenteranno tante nuove ricette a base di prodotti biologici e primizie di stagione.

Laboratori per bambini”, si terranno in contemporanea con l’”orto e giardino”, e contribuiranno a far prendere confidenza ai più piccoli con i prodotti della terra con le attività proposte dagli educatori.

Infine nelle Degustazioni di vini bio gli appassionati potranno conoscere, grazie al mini-corso svolto dai sommelier dell’Ais, i vini prodotti con un sistema di produzione biologico e scoprire come abbinare i vini biologici con i cibi tradizionali.

Le iscrizioni ai corsi sono aperte, per info e costi chiamare il numero 02.92151951 o mandare una mail all’indirizzo informazioni@euroverdebio.com.

L’iniziativa è realizzata da Lab[u] in collaborazione con Valcucine, Ais Associazione italiana sommelier-delegazione Monza e Brianza, e ha il patrocinio del Comune di Carugate (che ci ha segnalato il tutto).

Ad maiora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *