Da martedì in scena a Milano “Nel nome del padre” (di Claudio Fava)


Ricevo e volentieri pubblicizzo questo spettacolo di teatro civile in scena da martedì al Teatro della Cooperativa di Milano.
Ad maiora

………..
Roberto Citran porta al Teatro della Cooperativa, in prima milanese, lo spettacolo tratto dal libro di Claudio Fava “Nel nome del padre”, in cui viene narrato l’omicidio del padre avvenuto nel gennaio 1984. In scena dal 29 ottobre al 3 novembre.
Trent’anni, poco meno: lo spazio che separa un padre da un figlio. Il padre morto, ucciso dalla mafia. Il figlio che si fa uomo, che diventa anch’egli padre, che accumula il tempo trascorso dentro di sé. E che questo tempo vuole raccontarlo. Non per celebrare un lutto o per ricordare un morto ma per capire cosa accadde dopo. Dopo: quando il morto fu seppellito, quanto tutto sembrava risolto, appagato, ammansito. E invece fu allora che cominciò la storia: la verità negata, stravolta dalla viltà dei vivi, le indagini depistate, le vittime indagate, il ricordo profanato. Come accade sempre quando Cosa Nostra uccide: perché ammazzare non basta mai, bisogna poi accanirsi sulla memoria, smembrarla a morsi, logorarla con l’oblio. “Nel nome del padre” racconta la ribellione a quest’oblio, la rivolta contro la prudenza dei giusti, è il sofferto rammentare l’omertà che accompagnò quel delitto. Ed è anche una memoria rivolta a questo padre che se n’è andato senza sapere, senza capire cosa stava per accadere. Un modo per chiamarlo in causa, per condividere con lui il prezzo di questi anni senza gloria. Perché ciò che è terribile non è morire: è finire, rassegnarsi, parlar d’altro.

29 ottobre/3 novembre 2013

ORARI: feriali ore 20.45 e festivi ore 16 – lunedì riposo
PREZZI: intero 18 € – ridotti 13/8 €

www.teatrodellacooperativa.it – Via Hermada 8, Milano – tel. 02.64749997

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *