Pompieri, da Grisù alla curva del Foggia

Sui social (e in tv) è rimbalzato il coro della curva del Foggia pro-pompieri (corpo del quale ci si accorge, purtroppo, solo quando succedono catastrofi, come in questi giorni Abruzzo o durante i recenti terremoti).

Del video di domenica sera, quel che emoziona di più è quando l’inquadratura si apre e, in basso a sinistra, si vedono i vigili del fuoco che guardano ammirati, fotografano e fanno video per quell’inaspettato riconoscimento.

Il coro dei pompieri, da loro stessi cantato, è in rete da parecchio tempo, registrato su un bus in viaggio.

Tanti di noi sono cresciuti nel mito dei pompieri, anche per via di uno storico cartone animato, in onda parecchi lustri fa: quello su Grisù, il giovane drago ribelle che voleva lasciare la strada – incendiaria – paterna per diventare un pompiere.

Insomma, dal draghetto alla curva foggiana…

Questo il testo del coro, che inizia con un triplo schiarimento di voce (Auuh):

Il Corpo nazionale Vigili del fuoco
Salviam la vita agli altri il resto conta poco
Il pompiere paura non ne ha
Il pompiere paura non ne ha
Portiamo il soccorso a chi ci chiede aiuto
Un giorno senza rischio per noi è non vissuto
Il pompiere paura non ne ha
iI pompiere paura non ne ha
Anche se di notte suona la sirena
Quando noi usciamo nessuno piu’ ci frena
Il pompiere paura non ne ha
Il pompiere paura non ne ha
Quando le fiamme avanzano non abbiam timore
Abbiamo Santa Barbara dentro il nostro cuore
Il pompiere paura non ne ha
Il pompiere paura non ne ha

Ad maiora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *