Chrissi Island

20130921-180821.jpg
È una meta inevitabile per chiunque vada in vacanza a Creta. I traghetti partono da Ierapetra e il costo varia a seconda di dove acquistate i biglietti. Noi abbiamo pagato 10 euro per andata e ritorno.
20130921-181133.jpg
L’unico elemento negativo è che non si può stare tanto sull’isoletta greca. Si parte alle 10.30 e si torna nel primo pomeriggio.

20130921-181425.jpg
Il traghetto è affollato, soprattutto da chi viene in villaggio vacanza (abbastanza surreale come scelta). E quindi quando sbarcherete lo farete insieme a centinaia di persone. Una scena che mi ha ricordato le tartarughe che vanno tutte assieme a deporre le uova.

20130921-181703.jpg
Le indicazioni vi portano sulla spiaggia più rinomata dell’isola greca (disabitata e selvaggia).
Se come è capitato a noi c’è vento forte su questa spiaggia, posta a nord, è impossibile stare a prendere il sole o fare il bagno:

Meglio quindi tornare a sud della piccola isola (10 chilometri di larghezza), anche se non c’è sabbia così fine (ma il Mar Libico resta pulito e ricco di pesci colorati).

20130921-181922.jpg
Si è circondati da una magnifica macchia mediterranea.

20130921-182115.jpg
Gli ombrelloni con due sdraio costano 10 euro (contro i 6/7 di Ierapetra). Sull’isola c’è un solo, affollatissimo, bar.

20130921-182256.jpg
Noi, salvo che per bere, ci siamo arrangiati con panini e spiaggia libera.
Chrissi Island va vista, ma tornando a Ierapetra non ci lascerete il cuore.
Creta è d’altronde davvero bella.

20130921-182444.jpg
Ad maiora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *