È un romanzo duro che lascia poco spazio alla fantasia ma che racconta come la vita degli stranieri in Europa sia tutt’altro che una pacchia.

L’anno dei fuggiaschi di Sunjeev Sahota (scrittore inglese classe 1981, nato da genitori arrivati dal Punjab) racconta un anno di vita in Inghilterra di tre ragazzi fuggiti dall’India. Lasciano un paese pieno di problemi e con matrimoni combinati che fungono da spada di Damocle per chiunque sogni di poter scegliere il proprio destino. Scappare in Europa rappresenta un sogno (e spesso un debito difficile da onorare) ma spesso di rivela un incubo: lavori precari e massacranti, case condivise, sempre con connazionali. I tre ragazzi trovano sulla loro strada una giovane sikh, Narider, piena di amore verso il prossimo. Sarà lei a pagare, nell’autunno che chiude la storia, il prezzo più alto di tutti.

Il volume, pubblicato da Chiarelettere è stato tradotto da Sara Reggiani che coraggiosamente lascia alcune frasi in indiano, comprensibili spesso dalle risposte. Un ulteriore modo per entrare in sintonia con questo mondo che ci vive accanto.

Ad maiora

…………………..

Sunjeev Sahota

L’anno dei fuggiaschi

Chiarelettere

Milamo, 2018

Pagg. 506

Euro 19

# # # # #

18 novembre 2018