Tag Archives: Anpi

25 aprile

Ciao zio Ermanno.

74 anni fa, insieme ad altri tre partigiani piacentini, fosti fucilato da fascisti e tedeschi. Tu di anni ne avevi solo 18, con tutta la vita davanti a te.

Oggi, anche grazie al tuo sacrificio, l’Italia è libera. E migliaia di persone, come ogni anno, sono in piazza a Milano e in tutto il paese.

Non ti ho dimenticato.

Non vi abbiamo dimenticati. E mai lo faremo!

Buon 25 aprile a tutti!

Se c’è una cosa che ho imparato nella vita è che bisogna trovare la pazienza di aspettare i morti”. Bachtyar Ali, L’ultimo melograno (bel romanzo di Chiarelettere sui partigiani curdi).

Ad maiora

Reggio Emilia, celebrazione 8 settembre (2015) con qualche polemica

A Reggio si celebra l’8 settembre, con l’ambiguo armistizio che diede il via alla Resistenza. La commemorazione (alla quale hanno partecipato il Sindaco e il Prefetto) è gestita dall’onorevole Otello Montanari (partigiano, allievo e amico di Nilde Iotri, deputato comunista, noto anche per il Chi sa parli, sul Triangolo rosso).
Al termine del suo intervento gli contestano di non aver fatto parlare l’Anpi. Montanari riprende la parola è si infervora annunciando il ritiro dalle attività.
A ruota interviene Giacomo Notari, presidente Provinciale dell’Anpi e noto partigiano reggiano, che cerca di riportare il treno sui binari.
Qui il video di quanto accaduto: 

Ad maiora 

Milano, vilipesa lapide partigiana

Nella notte qualcuno ha tolto la corona d’alloro posta (a circa 3 metri da terra) sulla lapide di Attilio Oldani, socialista ucciso dai fascisti 90 anni fa:
http://www.chieracostui.com/costui/docs/search/scheda.asp?ID=175
La corona, in mille pezzi, è sparsa in tutta via Canonica.
Un altro triste segnale in vista del 29 aprile.
Ad maiora

20140427-113335.jpg

20140427-113353.jpg

20140427-113427.jpg

Inaugurata la lapide ai tre partigiani di via Moncucco, a Milano

Lapide
La stele, posta dall’Anpi Barona, va a sostituire le lapidi che in queste anni sono andate perse per ristrutturazioni e abbattimenti.
All’inaugurazione – nel Parco La Spezia – anche l’Anpi della Provincia di Milano e presidente e consiglieri del Consiglio di Zona 6.
Qui il video sulla (bella mattinata):

Ad maiora

Resisterai, le partigiane raccontano la loro lotta

20130424-135951.jpg
Dire che ho moderato l’incontro sulle donne della Resistenza, organizzato dal gruppo Pari opportunità della Rai di Milano, è un generoso eufemismo.
La forza d’animo di Antonietta Romano Bramo (nome di battaglia Fiamma), Filomena D’Ambrosio Paladini (Lena) e Bianca Orsi (Sonia) ha preso decisamente il sopravvento rispetto a ogni mia possibile domanda, a ogni spunto che mi ero immaginato organizzando l’incontro.
Quelle tre fantastiche donne (nate tra il 1915 e il 1925) hanno contribuito a sconfiggere fascisti e nazisti. Non hanno bisogno di stimoli per raccontare quel che hanno fatto prima, durante e dopo l’armistizio.
“Resisterai” questo il titolo della manifestazione aveva la sua forza intrinseca nella scelta di raccontare la guerra di liberazione fatta dalle donne. Quella metà di popolazione che ancora non ha avuto accesso alla più alta carica dello Stato, ma che in quegli anni hanno contribuito alla nascita della Repubblica, conquistando (con le armi) il diritto al voto.
Oggi Fiamma, Lena e Sonia saranno in piazza per ricordare la liberazione ottenuta nel 1945. Bianca Orsi dice che ogni volta che inizia l’anno (sarà il suo 98esimo questo) pensa al 25 aprile e comincia mentalmente a cantare “Bella ciao”.
E allora non posso che chiudere questo post con la banda del Comune di Milano che intona il canto della resistenza:

Lo stesso che risuonerà oggi, tra corso Venezia e piazza del Duomo.
Ad maiora