Dopo Hina, la rivolta delle madri?